Come vestirsi in Lapponia in inverno.

Con i cani da slitta alle Lofoten

Cosa mettere in valigia per un viaggio in Lapponia in inverno (o in Artico in generale)?

Hai sempre sognato un viaggio lassù ma hai troppa paura di avere freddo?

L’abbigliamento è fondamentale, soprattutto in un viaggio del genere, in quanto le temperature sono sicuramente rigide, ma i luoghi assolutamente da vivere all’aperto!

Con le alci in Lapponia
In Lapponia svedese, vicino ad Abisko

Ecco una lista completa di come vestirsi in Lapponia in inverno.

In uno dei miei primi articoli in assoluto, vi avevo già raccontato di cosa indossare per affrontare la notte polare.

Qui un elenco mirato delle cose che ti salveranno dal freddo!

In questo reel vi ho parlato della regola FONDAMENTALE dei tre strati, valida per ogni stagione quassù, e solo da adattare in termini di pesantezza degli stessi, a seconda della stagione.

1 . Il primo strato, quello a contatto con la pelle

Essenziale è indossare un intimo termico (maglia a maniche lunghe e calzamaglia), a diretto contatto con la pelle.

Il primo strato è quello che ti terrà asciuttə. E asciutto è sinonimo di caldo. ⠀
Da evitare assolutamente il cotone sulla pelle: pensate a quanto tempo impiega ad asciugare una maglietta di cotone rispetto ad una di materiale termico sintetico.⠀⠀

Il materiale imbattibile è sicuramente la lana merinos: è calda, mantiene costante la temperatura corporea ed è molto traspirante.

Se ti dà fastidio, o sei allergico, scegli i materiali sintetici, facendo attenzione alle temperature per cui sono consigliati.

Sulla confezione c’è sempre una scala di temperature, scegli i materiali per il freddo intenso quindi!

L’importante è che garantiscano isolamento, traspirabilità e asciugatura rapida.

Ecco alcuni prodotti che vi consiglio:

NOOYME donna uomo

CMP donna uomo

DANISH ENDURANCE (lana) donna uomo

2 . Il secondo strato: quello che ti terrà caldə. ⠀

La lana è sia traspirante che calda, quindi è ideale sia per il primo che per il secondo strato.

Oppure un pile.⠀

Se sei super freddoloso o per temperature super rigide, puoi raddoppiare questo strato, con un sotto pile + pile.

PS: se puoi, scegli la lana, come gli autoctoni!

3 . Il terzo strato, per proteggerti da Madre Natura (si definisce anche guscio)

Io alle Isole Lofoten
Esempio di giacca imbottita calda e comoda

Il guscio è una giacca antipioggia e antivento, da scegliere più imbottita per la stagione invernale. ⠀
⛔ Da evitare i poncho: con il vento fa effetto vela (si gonfia e non ti copre). ⠀

Attenzione a scegliere vere giacche antipioggia (valido soprattutto per l’estate). ⠀

Per questo, verificate i mm di pioggia, che la giacca può sostenere, sull’etichetta:⠀
– 5000mm, regge solo una pioggia leggera (da evitare)⠀
– 5000-10000 mm: resiste alla maggior parte di acquazzoni o forti nevicate, ma si impregna se sottoposta a pressione (uno zaino pesante, o sedendosi su neve bagnata)⠀
– 20000 o oltre: resiste a pioggia/neve di ogni tipo.

Vestirsi in Lapponia in inverno: tutti i miei consigli!

Una giacca impermeabile ottima è questa della Marmot, oppure questa della Mammut, o ancora questa della Salewa.

Ce ne sono ovviamente diverse molto buone, l’importante è scegliere il materiale giusto, come per esempio il GoreTex, il Powertex, lo Scholler, oppure il Sympatex e il Marmot MemBrain® Strata  che sopportano una pressione fino a 25.000 mm.

Il MammutDry Tech è meno impermeabile, parliamo di valori compresi tra 10.000 e 20.000 mm, però garantisce una maggiore traspirabilità.

Una scelta economica può essere quella di usare la tua giacca da sci, se già ce l’hai.

4 . Guanti

Scegli le moffole!

Lo so che sono meno pratiche, ma le dita separate disperdono molto più calore rispetto a tenerle unite.

Quindi, se farai una bellissima escursione in motoslitta, o in slitta, o comunque se starai all’aperto per molto tempo, le moffole sono fondamentali.

moffole impermeabili e guanti di lana
Guanti impermeabili, moffole di lana e sottoguanti

Ti consiglio di raddoppiare: lana a contatto con la pelle e sopra un paio impermeabili.

5 . Cappello/colbacco

Importantissimo è anche tenere ben calda la testa.

Un grande aiuto è offerto dalla balaclava, il passamontagna per intenderci.

Come cappello potete usare un caldo cappello di lana, o uno con copriorecchie tipo colbacco.

Io alle isole Lofoten
Alle Isole Lofoten in febbraio

6 . Pantaloni

Anche in questo caso puoi usare i tuoi pantaloni da sci, oppure un paio di pantaloni da trekking invernali.

L’importante è che siano impermeabili, così da poter essere liberi di godersi la neve!

Abbigliamento completo per la Lapponia in inverno
Lapponia in inverno

7 . Calze

La calza è un altro elemento fondamentale per goderti l’Artico senza pensare al freddo!
Sai bene che se si raffredda il piede, sono problemi seri… e avrai freddo tutto il giorno.

Scegli la lana merinos, eventualmente una doppia calza: una corta sotto e una lunga sopra, per proteggere anche la gamba e per una miglior aderenza.

Ho scoperto recentemente le calze della Danish Endurance e per me sono imbattibili!

Pensate che sono perfette anche d’estate, pur essendo di lana: le ho usate durante il cammino dei pescatori in Portogallo a maggio ed il piede era sempre asciutto e protetto.

Quindi, sarà un acquisto che userete tutto l’anno!

Non risparmiate sulle calze, il loro ruolo nel tenere tutto il vostro corpo al caldo è impareggiabile!

8 . Scarponcini

Il mio consiglio è che siano con la caviglia protetta, quindi alti, e impermeabili, per correre in mezzo alla neve!

Non vorrai mica perderti questa occasione vero?

Meglio scegliere quelli con il pelo dentro, per riscaldare di più il piede.

Ce ne sono di diverse tipologie di prezzo: questi sono molto caldi e con una buona suola, a prezzi abbordabili.

Ottimi anche questi della Quecha (Decathlon).

9 . Scaldacollo

Magari non ci si pensa, ma un semplice scaldacollo può essere molto utile da tenere su collo e viso per proteggersi dal vento gelido!

Sicuramente le giacche giuste hanno il collo alto, ma lo scaldacollo può dare un aiuto in più per la sua aderenza.

Abbigliamento artico

Tip1:

proteggete le vostre macchine fotografiche / cellulari con dei contenitori caldi ed imbottiti, tipo questo.

Protezione per il cellulare
Protezione per il cellulare

La batteria altrimenti si esaurisce in tempi brevissimi!

Tip2:

se proprio sai di essere super freddoloso, puoi portare con te gli scaldamani, tipo questi.

Allo stesso modo, esistono gli scaldapiedi, da inserire nelle calze.

Tip3:

portati una felpa leggera perchè solitamente gli interni sono molto riscaldati!

“Troppo grande era il tesoro di cui stavo godendo rispetto a ostacoli insignificanti come il maltempo, il freddo e la fatica. Il silenzio, la solitudine e l’incertezza favorivano la comprensione della domanda più utile per accompagnare la vita: che cosa non posso perdere, che cosa devo sempre salvare ogni volta che mi trovo ad un bivio? E’ un dilemma tutto sommato semplice, eppure può determinare la differenza tra esistenze che acquistano significato e altre che lo smarriscono”

F. Micheli (Andare per silenzi)

Ora sai tutto su come vestirsi in Lapponia in inverno.

Sei pront* per partire?!

Una bellissima renna
Una bellissima renna lappone
Condividi l'articolo

Ti potrebbe interessare:

2 risposte

    1. Eccome se serve! !Quando parlo del terzo strato, scrivo “il guscio è una giacca antipioggia e antivento, da scegliere più imbottita per la stagione invernale” e poche righe dopo consiglio la giacca da sci, se si è già in possesso.
      Il terzo strato aumenta la pesantezza man mano che si va verso le temperature più rigide:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *